ISTRUZIONI PER UTILIZZO CASA DELL'ACQUA DI VIA PIAVE

casa dellacquaBianzAcque, ente proprietario e gestore della “Casa dell’Acqua” sita nel parcheggio/area mercato di Via Piave, ha introdotto un sistema di pagamento per l’erogazione di acqua minerale raffrescata.

La nuova modalità sarà attiva a partire da martedì 1 ottobre 2019.

Cosa cambia?

Per potersi rifornire dell’acqua (sia naturale che frizzante) sarà necessario essere muniti dell’apposita tessera di BrianzAcque.

La tessera

La tessera si può acquistare al prezzo di 3€ (costo una tantum da sostenere solo alla prima attivazione).

L’acquisto può essere effettuato presso l’apposito totem rosso installato nell’atrio di ingresso del Palazzo Comunale (o presso i totem di BrianzAcque attivi negli altri Comuni della zona).

Una volta acquistata la tessera, è possibile ricaricarla con un importo a scelta: il totem accetta monete da 10 centesimi a 2 euro e banconote da 5, 10 o 20 euro. Il totem non dà resto.

Attenzione: nel caso in cui per l'acquisto di una nuova tessera vengano introdotti più di 3€, la tessera appena emessa dev'essere inserita entro 30 secondi nella fessura per la ricarica per far sì che il credito residuo venga ricaricato; diversamente il credito residuo rimane nel distributore e per recuperarlo è necessario contattare il numero verde 800-005191.

Come funziona la Casa dell’Acqua

L’erogazione dell’acqua avverrà unicamente ricorrendo all’utilizzo della tessera, il cui credito residuo è visualizzabile sul display di cui è dotata la Casa dell’Acqua.

Il costo di un litro di acqua - indipendentemente dal fatto che sia naturale o frizzante - è fissato in 0,05€.

Perché a pagamento?

Il gestore BrianzAcque ha scelto di introdurre una minima tariffa per scoraggiare un uso improprio dell’acqua, risorsa e bene prezioso da preservare, e per poter investire ulteriormente sul continuo miglioramento della qualità del servizio offerto.

La qualità dell’acqua

L’acqua è costantemente raffrescata da un sistema di refrigerazione interno; la sua qualità è garantita dal monitoraggio costante dei tecnici ATS (ex ASL) e da ulteriori controlli effettuati dai laboratori interni accreditati di BrianzAcque: sul sito del gestore è disponibile una pagina con i valori rivenienti dalle analisi aggiornati periodicamente.

Una scelta ecologica

Da quando è stata attivata il 1 marzo 2017, la Casa dell’Acqua di Busnago ha erogato più di 300 mila litri d’acqua (per la precisione 300.771 litri, dato aggiornato al 6 settembre 2019); questo ha permesso di risparmiare l’equivalente di 200.514 bottiglie di plastica da 1,5 litri.

 

Per ulteriori informazioni: